Baby food diet: come perdere peso con la dieta delle pappine

0
Baby food diet
Omogeneizzati per la dieta

Arriva da Holliwood la nuova dieta per perdere peso: prende il nome di Baby food diet, il nuovo piano alimentare sperimentato dai più noti vip del panorama internazionale, che hanno stravolto le loro abitudini alimentari, puntando su una strategia nutrizionale del tutto nuova. La baby food diet, si basa sul consumo di alimenti per bambini, gli omogeneizzati. Come tutti i programmi alimentari, anche la dieta delle pappine, è molto equilibrata e bilanciata dal punto di vista calorico ed energetico, nonostante il fatto che si basi su alimenti semisolidi in quantità estremamente ridotte rispetto ad un normale pasto.

La Baby food diet, prevede la consumazione di un pasto abbondante ed ipocalorico e di uno/due omogeneizzati in sostituzione dei restanti pasti della giornata. Molte star hollywoodiane hanno intrapreso questo percorso dietetico, nel periodo estivo, arrivando a perdere fino a dieci kg. Il vantaggio di questo tipo di dieta, è che l’omogeneizzato può essere consumato velocemente ed ovunque, ed è il perfetto sostituto calorico di un cibo solido. La dieta degli omogeneizzati ha dunque un vantaggio, quello di mangiare ovunque, in modo pratico, senza preoccuparsi dei dosaggi di sale e zucchero. E’ un piano alimentare comodo, soprattutto per chi viaggia, si sposta o ha l’abitudine di consumare i pasti fuori casa.

La Baby food diet, si basa su un principio estremamente semplice, quello delle calorie: gli omogeneizzati, non contengono zucchero e sale, assolutamente vietati in un piano alimentare per neonati che sono alle primi approcci con i cibi semisolidi proposti durante lo svezzamento. La mancanza di sale e zuccheri, favorisce l’assorbimento delle sole sostanze nutritive utili al sostentamento e al mantenimento. Negli omogeneizzati, esistono numerosissime proprietà nutritive, che sono le stesse (anche superiori) a quelle contenute nei corrispondenti alimenti solidi.

Scegliere di seguire la Baby food diet, significa imparare ad alternare i sapori e le calorie che ogni vasetto di omogeneizzato fornisce, valutando anche la scelta del singolo piatto ipocalorico da consumare a pranzo. E’ importante valutare l’alternanza calorica: se si scegli di consumare la carne con un contorno, è preferibile che gli omogeneizzati che verranno consumati a cena e come spuntini giornalieri, siano di verdure o alla frutta. La perdita di peso, avviene dunque, per la mancanza di sale e zucchero, ingredienti altamente calorici.

Altra motivazione che rende la Baby food diet estremamente comoda e semplice, è la sua quantità: si tende a mangiare meno, perché un vasetto ha quantità minori di cibo rispetto ad un piatto normale; per questo motivo, per evitare che questo tipo di piano alimentare diventi troppo ferreo, si associano due omogeneizzati della stessa tipologia, e magari gusti diversi, per sopperire al senso di fame. La perdita di peso, è data anche dall’alta digeribilità data dal cibo semisolido che non necessita d masticazione, e oltre che pratico, viene digerito immediatamente. La scelta di una dieta del genere, è una scelta dura, perché l’eliminazione quasi totale del cibo solido, aumenta il senso di fame in un primo periodo, ma favorisce un più rapido dimagrimento.

Commenti

commento