Gastrite, come riconoscerla e curarla

0
206

La gastrite affligge tantissime persone: come riconoscere questo fastidioso problema e alleviarne i disturbi

La gastrite è uno dei disturbi più comuni e può avere diverse cause, che vanno dallo stress alle infiammazioni. É possibile combattere questo fastidioso problema usando le giuste accortezze nell’alimentazione e scegliendo i giusti cibi.

Gastrite 26-08-2022 dimagrire
Foto Pexels.com

La gastrite è un fenomeno molto comune quanto fastidioso, che colpisce tantissime persone quotidianamente. Si tratta di un’infiammazione con conseguente irritazione ed erosione della mucosa interna dello stomaco e si verifica con un’eccessiva produzione di succhi gastrici.

Come molti altri problemi legati all’apparato digerente, può essere provocato anche dallo stress, che influisce sulle normali attività di stomaco e intestino. Ma potrebbe essere anche la conseguenza di malattie virali, infezioni e batteri. La gastrite inoltre, può insorgere in caso di uso eccessivo di alcool o in caso di vomito indotto o cronico. Ovviamente esistono diversi tipi di gastrite, classificabili in base alla sua intensità e alle sue caratteristiche.

Si parla, dunque, di gastrite cronica, che si sviluppa nel tempo e che può durare, nei casi peggiori, anche per sempre; di gastrite acuta, invece, quando il disturbo si presenta in modo violento e improvviso ma si risolve in breve tempo. Sicuramente l’alimentazione può essere d’aiuto, vediamo come.

Come e cosa mangiare per combattere la gastrite

Carne bianca gastrite 26-08-2022 dimagrire
Foto Pexels.com

Nel caso di disturbi legati all’apparato digerente, si rivela ovviamente fondamentale seguire un’alimentazione corretta. Questa, infatti, è la prima delle cure atte a sedare gli infiammi che colpiscono lo stomaco, oltre che placare mal di pancia e reflusso. Esistono alcune regole da seguire per combattere al meglio la gastrite.

Innanzitutto, è fondamentale scegliere un’alimentazione leggera e facilmente digeribile, oltre che optare per diversi spuntini nell’arco della giornata. Bisogna, quindi, mangiare piccoli pasti spesso, in modo tale da attutire e tamponare la produzione dei succhi gastrici in eccesso. Naturalmente è bene scegliere cibi a basso contenuto di grassi, come pesce azzurro, carne bianca, latticini parzialmente scremati e light.

Utili per combattere la gastrite, anche le verdure che però devono essere consumate cotte. La cottura ha anch’essa una sua importanza: niente fritture, i cibi devono essere messi a bollire o al massimo saltati in padella con un filo d’olio extravergine d’oliva. Naturalmente bisogna stare attenti anche alle bibite: da evitare assolutamente l’alcool e le bevande gasate e contenenti caffeina. L’acqua dovrebbe essere bevuta a temperatura ambiente.