Cosa sono gli alimenti funzionali e come utilizzarli

alimenti funzionali
A cosa servono gli alimenti funzionali

Gli alimenti funzionali, sono alimenti che contengono sostanze volte a migliorare le funzioni metaboliche dell’organismo. Suddetti alimenti contengono delle specifiche molecole in grado di regolare i processi metabolici favorendo così l’insorgere di alcune patologie. Gli alimenti funzionali, sono generalmente di origine vegetale o vegetale: trattasi di estratti di piante o di prodotti lavorati, derivati dagli animali appunto. Ogni alimento, può contenere più di cento sostanze fitochimiche benefiche per l’organismo.

Gli alimenti che contengono sostanze fitochimiche sono moltissimi: frutta, (fresca e secca) e verdura o diverse specie di vegetali e cereali, tra cui: orzo, mais, segale, avena, grano, crusca, funghi e thè.

Nello specifico, gli alimenti di colore arancio, come la zucca e le carote e gli alimenti di colore verde come la maggior parte della verdure, spinaci, broccoli, insalata verde, rucola, neutralizzano i radicali liberi e sono potenti antiossidanti; regolarizzano le funzioni muscolari, e sono particolarmente indicati per la prevenzione di alcune forme tumorali.

Frutta e verdura, thè e diversi tipi di cereali, sono benefici perché combattono i radicali liberi e prevengono alcune forme tumorali anch’essi.

La crusca, l’orzo e l’avena, riducono la pressione arteriosa, favoriscono il rafforzamento delle difese immunitarie, riducono i livelli di glucosio nel sangue, riducono il livello di colesterolo, per cui sono particolarmente indicate per tutelare l’organismo da tutte le patologie inerenti al sistema cardio-vascolare, e prevengono alcune forme di tumore tra cui quello alla prostata.

Carciofi, aglio, prodotti caseari e asparagi, migliorano le funzionalità del tratto intestinale e regolarizzano le funzioni dei tutto l’apparato digerente, perché contengono probiotici benefici per le suddette funzioni.

Salmone e diversi oli estratti da vegetali, sono benefici sia per il sistema cardio vascolare, per la funzionalità cardiaca e per regolarizzare i livelli di colesterolo, oltre che per stimolare le funzioni cerebrali, perché contengono omega 3 e omega 6, acido linoleico e acidi grassi.

Questi stessi alimenti, possono essere classificati in tre macro-categorie: antiossidanti, prebiotici e probiotici, acidi grassi e carboidrati non amidacei. Gli antiossidanti sono in grado di combattere i radicali liberi che si formano nell’organismo a causa dell’esposizione ad alcuni agenti altamente tossici, come i raggi UV, il fumo, lo stress e simili. Appartengono a questa macro categoria, i solforati, i carotenoidi, i fitosteroli, i polifenoli.

I prebiotici e probiotici invece, alimentano i batteri che proteggono la flora intestinale, regolandone il transito e migliorando cosi la funzionalità del metabolismo in genere.

Gli acidi grassi, migliorano la funzionalità cardiaca e stimolano le funzioni cerebrali.

I carboidrati non amidacei infine, riducono l’assorbimento di zuccheri, regolano i livelli glicemici del sangue, favoriscono il funzionamento intestinale, sono anticoagulanti e antiossidanti.

Commenti

commento