4 consigli per sgonfiarsi anche in questo periodo

Sgonfiarsi in quarantena
Sgonfiarsi e perdere peso in quarantena

L’emergenza sanitaria causata dal virus Sars-Covid 2 ha imposto una serie di normative per evitare la diffusione del contagio, prima tra tutte l’isolamento. L’hashtag, #restateacasa, è diventato l’unico accesso alla speranza di poter uscire dall’emergenza, il prima possibile. La pandemia, ha imposto un cambiamento radicale della propria vita, e allo stesso tempo un cambiamento delle proprie abitudini. Stando in casa, si sono verificate due precise condizioni: limitazione del movimento, aumento del quantitativo di pasti. Questa quarantena dunque, ha apportato uno scompenso anche nella relazione col cibo. Ecco 4 consigli per sgonfiarsi anche in questo periodo, e recuperare il peso forma.

Per perdere peso e sgonfiarsi, è necessario in primis ripristinare le proprie abitudini alimentari. I nutrizionisti, consigliano di rispettare gli orari dei pasti, cosi da consolidare le proprie abitudini e favorire il meccanismo metabolico a cui l’organismo era abituato. I pasti dovranno essere rispettati rigorosamente: come in ogni sana e corretta alimentazione, è consigliabile riuscire a effettuare cinque pasti al giorno, tre principali, e due spuntini.

Per sgonfiarsi, è necessario limitare nettamente il numero di zuccheri e grassi, seguendo un’alimentazione sana e bilanciata. Al mattino, è consigliabile bere del thè con limone o un succo d’arancia fresco; entrambi sono energetici e favoriscono la diuresi e la purificazione dell’organismo. Ad accompagnare queste bevande, biscotti secchi, una barretta di cereali, o qualche fetta biscottata con un velo di marmellata. In alternativa un caffè, preferibilmente amaro e frutta. La colazione deve essere più abbondante perché permette di carburare e di favorire l’accumulo di energie per affrontare la giornata. Al mattino, è consigliabile bere un bicchiere d’acqua calda semplice, o di acqua calda e limone, per facilitare l’effetto detox.

In particolare durante questo periodo, in cui il movimento è estremamente limitato, è consigliabile bere molta acqua, e consumare cibi che ne contengono, come verdura fresca e frutta cosi da stimolare la diuresi ed eliminare le tossine. I pasti non dovranno essere particolarmente abbondanti, e dovranno essere vari; si alle carni bianche, al riso, agli alimenti integrali. Il condimento deve essere ridotto gradatamente, mentre i grassi dovranno essere limitati.

Tutelare l’intestino, che assimila tossine, è di fondamentale importanza per tutelare la propria salute fisica: assumere probiotici, contenuti negli yogurt, è benefico e salutare; essi infatti aiutano a proteggere la flora intestinale e facilitano la regolarizzazione intestinale. Sì alle tisane, che costituiscono dei potenti antiossidanti e che facilitano l’effetto disintossicante, oltre che essere gradevoli, in particolare a sera, in quanto le proprietà calmanti, aiutano a rilassare e conciliano il riposo. Promossa l’attività fisica anche in casa, che migliora la resistenza muscolare e l’ossigenazione dei tessuti.

Commenti

commento