Esistono cibi realmente dietetici o dipende tutto dall’abbinamento?

Combinare i cibi
Come combinare i cibi

Un’alimentazione sana e bilanciata, si basa sulla scelta dei cibi giusti, e della giusta combinazione tra questi. Ogni alimento è necessario e benefico per il corretto funzionamento dell’organismo, poiché esso apporta un valore nutrizionale necessario, in particolare se combinato con altri specifici alimenti. Una dieta sana dunque, è il risultato di una combinazione perfetta tra una serie di cibi che mantengono in equilibrio i funzionamento dell’organismo, rafforzandolo.

Alcuni cibi vanno combinati nello stesso pasto, mentre altri, vanno necessariamente separati e dunque dissociati. Mediante questo processo, si possono assorbire meglio le proprietà nutrizionali dei singoli alimenti, migliorando l’assorbimento di questi; questo processo aiuta a tenere sotto controllo il peso, e con una dieta mirata, ne favorisce anche la perdita.

Quando i cibi non vengono combinati nel modo giusto, gli zuccheri e grassi tendono ad aumentare. Le conseguenze più comuni di una scorretta combinazione di cibi sono: bruciori gastro-intestinali, acidità, nausea, flatulenza, diarrea o stipsi. Dunque, l’abbinamento dei cibi è di fondamentale importanza per favorire i naturali processi organici e conservare il benessere dell’organismo.

 I nutrizionisti ed i dietologi, esperti del campo della nutrizione per l’appunto, raccomandano di seguire delle regole precise, regole che prevedono la giusta combinazione dei cibi e di conseguenza un ottimo apporto nutrizionale quotidiano. E’ importante seguire una dieta varia e colorata, ricca di verdure e frutta, alimenti ricchi d’acqua, vitamine e Sali minerali, che favoriscono l’idratazione, e regolano le funzioni organiche favorendo anche il rafforzamento del sistema immunitario; a questi vanno aggiunte le proteine, vegetali ed animali e i carboidrati complessi.

Ma come si combinano i cibi? I carboidrati complessi, non vanno combinati con i legumi; le proteine animali, contenute nelle carni e nei pesci, vanno accompagnate con verdura preferibilmente fresca; frutta e verdura, devono essere assunti in quantità superiore rispetto alle proteine; Non combinare cibi proteici insieme nello stesso pasto: uova pesce e carne, sono tutti cibi contenenti proteine; non consumare la frutta e i dolci dopo i pasti, ma lontani da essi, e bere acqua, anche durante i pasti.

L’abbinamento degli alimenti, dipende soprattutto dalla loro combinazione dunque, oltre che dal quantitativo e dallo stile di vita che si conduce, che è altrettanto importante.

Per favorire la digestione ad esempio, si possono combinare: proteine, insieme a verdure ed ortaggi, come le zucchine, le melenzane, gli asparagi, o l’insalata verde e la rucola. Altra soluzione è la scelta della frutta acida o semi acida, come gli agrumi, o anche pere mele, uva e pesche.

Commenti

commento