La dieta idrica: in cosa consiste e perché è sconsigliata

Dieta idrica
In cosa consiste la dieta idrica

Per perdere peso, è necessario seguire un regime alimentare adeguato, praticare un’attività fisica costante, rispettare il ritmo sonno-veglia, al fine di favorire il riposo. Queste variabili, devono costantemente convergere, con lo scopo di favorire le funzioni metaboliche e ripristinare la giusta forma fisica. Mangiare sano, rappresenta la base: dietologi e nutrizionisti, stilano piani dietetici estremamente validi, utili a favorire la perdita di peso. Suddetti piani alimentari, vengono personalizzati a seconda del profilo del paziente e ad una serie di fattori che vanno considerati nella scelta del tipo di regime da adottare e della combinazione dei cibi stessi. La dieta idrica, è tra le diete del momento.

La dieta idrica, è una dieta non particolarmente rigida, che viene consigliata per velocizzare la perdita di peso; consiste nell’inserire pasti solo liquidi una volta a settimana; Il totale delle calorie assunte attraverso i liquidi, deve essere pari a 500 circa, mentre per tutto il resto della settimana, si potranno assumere cibi solidi, oscillando tra le 1200 e le 1500 calorie. La dieta idrica, basata dunque sulla riduzione della calorie, riattiva le funzioni metaboliche, favorendo una più rapida perdita di peso.

La dieta idrica, può basarsi sull’assunzione di tisane, tè verde, caffè, spremute, succhi, frullati, zuppe e passati di verdure. Negli altri giorni della settimana, si dovrà comunque mantenere un regime alimentare rigido, scegliendo alimenti proteici, (proteine animali e vegetali da alternare), pochissimi carboidrati, frutta e verdura in abbondanza. La dieta idrica è molto rigida, per cui, diventa necessario che sia consigliata e stilata da uno specialista.

Da molti esperti, la dieta idrica è fortemente sconsigliata per lunghi periodi: trattandosi di una dieta molto restrittiva e privativa, potrebbe risultare poco indicata se protratta per lungo tempo. Questo tipo di dieta, viene suggerita a coloro che devono seguire un regime alimentare disintossicante e che devono necessariamente perdere peso in tempi brevi. Trattandosi di un trattamento d’urto, non può essere consigliato a pazienti che invece necessitano di seguire un regime alimentare equilibrato in modo costante.

Dunque la dieta idrica, favorisce una perdita di peso pari a 3 o 4 chili in una settimana; ma a lungo andare, provocherà la perdita della massa magra, per cui, è fortemente sconsigliata sul lungo termine.

E’ consigliabile in conclusione, scegliere la dieta idrica per perdere peso in poco tempo, favorendo cosi un effetto detox. Si possono scegliere diverse bevande, tranne quelle zuccherine e quelle particolarmente salate come il brodo. Le bevande, i centrifugati e le zuppe, cosi come i passati, vanno conditi con parsimonia.

Commenti

commento