Tre bevande che i bambini dovrebbero evitare

0
Bibite gassate
Bevande che i bambini devono evitare

Molti cibi e molte bevande, sono assolutamente da evitare per i bambini poiché non rientrano in un piano alimentare sano ed equilibrato, che garantisca loro un processo di crescita e sviluppo regolare. Molti alimenti sono vietati per i bambini, cosi come molte bevande, anche se non sono rari i casi in cui i genitori, servono ai bambini cibi e bevande spazzatura anche immediatamente dopo la fase dello svezzamento. Il pericolo è quello di predisporre i propri figli ad abitudini alimentari erronee che potrebbero indurlo a mangiare in modo squilibrato e malsano. Mangiare in modo sregolare cibi grassi e bere bevande gassate, significa predisporsi all’obesità, nonché a diverse patologie cardio-vascolari, a disturbi dell’apparato digerente, del fegato e molto altro.

Tutto ciò che siamo, dipende dal cibo che mangiamo e dalle bevande che beviamo. Il quantitativo, allo stesso modo, rappresenta un pericolo per la salute: mangiare porzioni spropositate di cibo o bere bevande zuccherine, gassate o alcoliche, porta ad un rapido aumento di peso. Ci sono alcune bevande che i bambini devono assolutamente evitare, perché dannose, cosi come alcuni cibi, vediamo nello specifico quali sono e perché sono sconsigliate:

I succhi di frutta: tra tutte le bevande sono le maggiormente consumate dai bambini e sono spesso molto gradite; considerati da sempre validi sostituti della frutta, i succhi sono bevuti dai bambini come merenda, come spuntino, insieme a snack e piccoli dolciumi. In realtà i succhi di frutta (confezionati), sono pieni di zuccheri, estremamente dannosi per i bambini, perché quegli stessi zuccheri si trasformano in grassi, e delle proprietà della frutta, non conservano quasi nulla, in quanto, durante il processo di preparazione del succo, vengono aggiunti molti conservanti che ne alterano le proprietà.

Le bevande gassate: sono dannose per l’organismo dei bambini, cosi come per l’organismo degli adulti. Le bevande gassate, non apportano nessun beneficio al piano nutrizionale di un bambino, al contrario, risultano essere pericolose. Bibite commerciali, ricche di bollicine, sono prodotte con sostanze chimiche, per cui sono da evitare.

Anche il tè o il caffè, sono assolutamente da evitare. Sappiamo che il tè sia freddo che caldo, apporta una serie di benefici all’organismo, cosi come il caffè. Entrambi sono composti di sostanze elettrizzanti e di antiossidanti che combattono i radicali liberi, ma per i bambini, sia il tè che il caffè, non rientrano tra le bevande che possono risultare benefiche. Fino a sei mesi, l’unico alimento che i bambini riconoscono è il latte. A questo, possono essere aggiunti succhi puri di frutta, spremute d’arancia, (senza zucchero), e qualche bibita in rare occasioni. Da escludere categoricamente sono gli alcolici.

Commenti

commento