Pandoro e panettone: dolci che fanno male?

0

Cari bambini e bambine, oggi parliamo di due dolci che iniziano a comparire sulle tavole delle vostre famiglie: il panettone ed il pandoro. Buoni, vero? Già, sono squisiti con quel loro impasto dal profumo di pasta madre. Avere una fetta di pandoro tra le mani, pare avere una nuvola di vaniglia che si sbriciola. Ed il panettone, con quell’aroma intenso di uvette? Vi ho già fatto venire l’acquolina in bocca! Ma dovete sapere che questi dolci natalizi, in realtà causano qualche problemino ai grandi… ed anche a voi piccini se al posto che un semplice assaggio, ne fate un abuso.

Vi presento il panettone…

Il panettone ed il pandoro, famosi dolci natalizi, sono stati studiati anche dalla legge italiana! In una norma (Decreto Ministeriale del 22 luglio del 2005 – art.1 e 2) si legge sia la definizione, sia gli ingredienti obbligatori per la preparazione. Il panettone è “un prodotto dolciario da forno a pasta morbida, ottenuto per fermentazione naturale da pasta acida, di forma a base rotonda con crosta superiore screpolata e tagliata in modo caratteristico, di struttura soffice ad alveolatura allungata e aroma tipico di lievitazione a pasta acida”. Gli ingredienti obbligatori sono: farina di frumento, zucchero, uova di gallina di categoria A quindi uova fresche, materia grassa butirrica, quindi burro, in quantità non inferiore al 16%, uvetta e scorze di agrumi canditi, in quantità non inferiore al 20%, lievito naturale costituito da pasta acida e sale.

Vi presento il pandoro…

Il pandoro è “un prodotto dolciario da forno a pasta morbida, ottenuto per fermentazione naturale da pasta acida di forma a tronco di cono con sezione a stella ottagonale e con superficie esterna non crostosa, una struttura soffice e setosa ad alveolatura minuta ed uniforme ed aroma caratteristico di burro e vaniglia”. Gli ingredienti obbligatori sono: farina di frumento, zucchero, uova di gallina di categoria A quindi uova fresche, materia grassa butirrica, quindi burro, in quantità non inferiore al 20%, lievito naturale costituito da pasta acida, aroma di vaniglia o vanillina e sale.

Il problema, cari bambini, è che sono delle preparazioni molto ricche di nutrienti “grassi” e “zuccherini”. I pasti che consumate durante le feste sono già molto abbondanti perciò, per l’organismo si ha un sovraccarico di nutrienti enorme. Senza attività fisica il risultato è che, nei magazzini del corpo, si aumenterà il contenuto i grassi e zuccheri. Purtroppo questo non è sempre un bene. Il corpo ha bisogno di equilibrio. È importante saper bilanciare le quantità: né troppo poco, né esagerare.

 Alcuni consigli per questi dolci…

  • Consigliate ai vostri genitori, familiari ed amici di scegliere pandori e panettoni di pasticceria o fornai di fiducia.
  •  Preferite la versione classica e non le varianti con aggiunta di creme, cioccolato, gelato: la quantità di energia contenuta in questi dolci sale tantissimo!
  •  Mangiate la vostra fetta di dolce a colazione, non dopo pasti già abbondanti! Una fetta tira l’altra e alla fine non vi alzate più da tavola.
  •  Invitate i vostri amici per una sana partita a pallone all’aria aperta!

Commenti

commento