Merendine sotto accusa: qual’è la verità?

0

Carissimi bambini, sono contenta che il Sindaco vi abbia lasciato qui all’Art Nurture per qualche tempo. Oggi vi voglio parlare di una ricerca che hanno fatto alcuni grandi su qualcosa che per voi è irrinunciabile: le merendine. Sapete, è stato scritto moltissimo su questo tema in molti giornali italiani. E’ un argomento che ha fatto discutere perché alcuni si trovano d’accordo ed altri non così tanto. Una storia misteriosa. Dove sta la verità?

La notizia

Sotto accusa ci sono le merendine. La notizia riguarda il loro consumo e le conseguenze che possono avere sul corpo. Ma, la realtà mostra un panorama inaspettato! L’Italia, il Bel Paese, è stata suddivisa in due categorie: il Nord ed il Sud. Nella ricerca è stato evidenziato che i bambini del Nord consumano più merendine ma fisicamente sono più magri. Invece i bambini del Sud, nonostante ne consumino meno, hanno il problema dell’obesità. La prima cosa che vi voglio dire, cari bambini, è che quando ci sono opinioni diverse è bene cercare, scavando tra le notizie, come stanno davvero le cose.

Le merendine

Dolci o salati, sono i prodotti confezionati, tanto comodi e veloci per lo spuntino del mattino e del pomeriggio. Chissà quante ve ne comprano i vostri genitori! E chissà quante ne chiedete, di tutti i tipi e di tutti i gusti! Fanno bene? Questa è la domanda principale! Una risposta univoca non c’è. Ci sono però dei consigli nel scegliere le merendine che possono aiutare!

È molto utile leggere l’etichetta delle confezioni, potete farvi aiutare dai grandi! Conoscere la marca del prodotto che si va ad acquistare. E’ stata creata una lista da Altroconsumo, che dà indicazione sulla bontà del produttore. Ciò che dovete controllare con l’aiuto dei grandi, è quanta energia vi dà la merendina che avete scelto!

Deve essere un piccolo apporto adeguato a “spezzare” i due momenti della giornata che si trovano tra i pasti principali. Consumando una merendina, dolce o salata che sia, è bene non accompagnarla con bevande troppo zuccherate o gassate. Alternate questi prodotti con yogurt, qualche frutto, pane e prosciutto. E se scegliete i prodotti che fa la vostra mamma o la vostra nonna non lasciatevi trasportare dal gusto genuino e buono. La qualità è garantita ma non bisogna esagerare nelle porzioni!

“Nutrirsi di tutto un po’” è il nostro motto!

Cari bambini e bambine, il mistero inizia ad essere svelato! A tutti capita di mangiare le merendine confezionate, oppure preparate in casa. L’importante è trovare la giusta quantità. Questo non vuol dire che non dovete prestare attenzione a ciò che comprate, anzi! L’altro elemento di questa storia misteriosa è che la ricerca è stata voluta proprio dalle aziende produttrice delle merendine “sotto-accusa”! Benché abbiamo compreso che la colpa dei nostri guai non è riservata a questi soli prodotti, facciamo attenzione!

L’attività fisica

Ma se la colpa non è solo delle merendine, chi è il responsabile? Purtroppo bambini, le conseguenze che stanno colpendo maggiormente i vostri compagni del Sud Italia, derivano da una serie di fattori. Consumano meno merendine ma, svolgono meno attività fisica. Svolgono una vita giornaliera più sedentaria, ed hanno un’alimentazione meno diversificata, consumano poca verdura e poca frutta. Prediligono un’alimentazione con più carboidrati e proteine. Invece, i vostri compagni del Nord oltre ad avere uno stile alimentare più adeguato, con verdura, frutta, cereali, carboidrati, proteine e qualche dolcetto e snack, non sono così sedentari. Svolgono diversi tipi di sport che li aiutano oltretutto a scaricare le loro energie in esubero!

Il mistero delle merendine sotto accusa quindi è risolto! Non mangiatene troppe, sappiate trovare il giusto compromesso con l’aiuto dei vostri genitori. Fate qualche sport e, se non potete andare in palestra od in piscina, una buona passeggiata a piedi, in biciletta con mamma e papà, una partita a calcio con i vostri amici farà bene a tutti!

Ed ora… tutti a far merenda! Troverete un buon tè caldo con una fetta di dolce alle mele!

Commenti

commento