Lo zenzero aiuta davvero il metabolismo?

0
Lo zenzero
Zenzero e metabolismo

Lo zenzero è una radice di origine asiatica, appartenente ad una pianta erbacea perenne. E’ noto per le sue plurime proprietà benefiche e terapeutiche, particolarmente indicato nei programmi alimentari dietetici più rigidi. E’ disponibile in commercio sia puro, a fette, in capsule o in polvere, per cui può essere utilizzato in diversi modi, sia miscelato in bevande (calde o fredde), che in alcuni piatti. Può essere mangiato puro, in pezzetti, per smorzare il senso di fame.

E’ un potente digestivo, infatti e favorisce il transito intestinale: questa caratteristica consente di inserire lo zenzero tra gli alimenti che favoriscono l’effetto pancia piatta, perché agisce direttamente sull’addome, limitandone il gonfiore. Esso infatti, aiuta ad aumentare la temperatura che accelera il metabolismo, aiutando il corpo a digerire velocemente i cibi, bruciando i grassi. Stimola l’azione protettiva della mucosa gastrica, ovviando a infiammazioni dell’apparato digerente, e facilita l’eliminazione delle scorie.

Lo zenzero costituisce un valido aiuto per il sistema cardio-circolatorio, perché stimola e migliora i funzionamento della circolazione sanguigna, abbassando i livelli di LDL nel sangue. Funge inoltre da antibiotico naturale, prevenendo infezioni e infiammazioni di vario genere. Calma i dolori, per le sue proprietà analgesiche naturali.

Nello specifico, lo zenzero placa i dolori di gola per le sue proprietà antiinfiammatorie: utilizzato in un decotto, miscelato nelle tisane digestive, nel tè, questa radice allevia il bruciore ed il gonfiore della gola, e combatte gli stati influenzali, perché aiuta a decongestionare le vie aree, che a causa delle difese immunitarie basse, o per infezioni batteriche tendono a infiammarsi provocando numerosi fastidi.
Aiuta ad allontanare il senso di nausea: compresse di zenzero, o piccoli pezzetti da masticare in modo naturale aiutano a placare la nausea, sia in gravidanza che non.

Essendo un potente antidolorifico, può essere utilizzato per diverse affezioni quali: dolori articolari e muscolari, dolori allo stomaco, mal di testa, dolori mestruali. Utilizzato in particolare nelle tisane, agisce come un potente calmante, migliorando la condizione del dolore. Favorisce il rilassamento. E’ inoltre particolarmente indicato per i soggetti diabetici, altro motivo per cui, (lo zenzero aiuta a dimagrire), perché regola il quantitativo di zuccheri nel sangue, riducendo l’apporto quotidiano di grassi contenuti nei cibi. Lo zenzero rappresenta un valido aiuto per contrastare l’alitosi.

Lo zenzero è maggiormente efficace se consumato puro, direttamente alla radice o se bollito in acqua: è consigliabile anche assimilarlo a stomaco vuoto, proprio per la sua capacità di proteggere la mucosa gastrica. Al mattino o a sera, è consigliabile preparare un semplice decotto, portando ad ebollizione qualche fettina di zenzero in u pentolino d’acqua insieme a qualche fettina di limone. Far raffreddare leggermente e poi bere. Può essere consumato in piatti caldi, in zuppe di verdure, puro a fette o i semplici compresse se non se ne gradisce il sapore.

Commenti

commento