5 frutti che potrebbero far ingrassare e perché

Frutti
Frutti che fanno ingrassare

La frutta è un alimento indispensabile per il benessere. E’ presente in qualsiasi piano alimentare, in quanto ricca di acqua, vitamine e Sali minerali. E’ un alimento completo, e fondamentale per lo svolgimento di alcune specifiche funzioni. I frutti sono inoltre ricchi di zuccheri naturali ed integrali, benefici per l’organismo e completamente differenti dagli zuccheri raffinati e complessi contenuti in alcuni alimenti ed in particolare nei dolciumi.

I frutti contengono un grande quantitativo di fibre, che favoriscono l’assorbimento dei carboidrati, da cui l’organismo ricava l’energia primaria. La frutta dunque, è un alimento del benessere. Non tutti i frutti sono uguali però; alcuni a differenza di altri fanno ingrassare, vediamo perché.

I frutti non sono tutti uguali, infatti, alcune tipologie degli stessi sono maggiormente zuccherini, e se consumati in quantità eccessive, favoriscono l’aumento di peso. Un latro fattore fondamentale è il modo in cui viene mangiata la frutta: generalmente i cibi vanno “abbinati” affinchè svolgano le loro funzioni biologiche.

Se la frutta viene mangiata in quantità eccessiva e viene associata a cibi che sono altrettanto pesanti, i benefici non saranno completi. Inoltre c’è da sottolineare che la frutta, viene trattata chimicamente con agenti tossici, agenti che vengono assimilati dall’organismo che li gestisce come fossero dei grassi da deposito, e che quindi tendono a far aumentare di peso, proprio affinchè questi agenti tossici non siano liberati nell’organismo.

Tra i frutti che fanno ingrassare troviamo ai primissimi posti il cocco: circa cento grammi della sua polpa, contiene più di trecento calorie. Dunque, è consigliabile mangiarne un quantitativo limitato, magari solo in estate, quando questo frutto è maggiormente gettonato. L’acqua di cocco invece, è estremamente nutriente e meno ricca di calorie; dunque, è un’ottima sostituta del frutto.

Tra i frutti che più fanno ingrassare, c’è anche la banana. Essa è infatti molto zuccherina, ed è per questo che è consigliabile mangiarla al mattino. E’ inoltre ricca di potassio, benefico per il cuore e per la muscolatura; è ricca di fibre per cui aiuta a regolarizzare il transito intestinale e riduce il rischio di ictus.

L’avocado, è un altro tra i frutti che fanno ingrassare: contiene circa centocinquanta calorie per cento grammi di polpa. Il suo consumo però non va eliminato ma gestito in relazione ai pasti. Certamente non va associato a piatti cotti calorici, ma a verdure semplici e fresche, possibilmente crude. E’ tra i frutti esotici più ricchi di Sali minerali e vitamine.

Tutta i frutti secchi fanno ingrassare per cui vanno consumati si, ma con moderazione lontano dai pasti principali.
Anche i datteri e i cocomeri, fanno ingrassare.

Commenti

commento